+ Unisciti alla famiglia APL
Shopping Aiuto Login
Italy

Regole e procedure

Condizioni generali di contratto compreso l'accordo sulla competenza giurisdizionale divergente

PREAMBOLO /CODICE ETICO

A nome della nostra azienda, Le diamo il benvenuto come nuovo partner commerciale (di seguito Incaricato alle vendite a domicilio) e Le auguriamo il miglior successo possibile per la Sua attività di Incaricato alle vendite a domicilio della ditta APLGO GmbH rappresentata dall'amministratore delegato Alexander Bechtold, ivi domiciliato professionalmente, (di seguito: APLGO) e, soprattutto, molto piacere nel vendere i nostri prodotti. Nella distribuzione dei nostri prodotti e nel contatto con le altre persone, la cordialità e la sicurezza dei consumatori, la serietà, la cooperazione leale tra di loro e in tutto l'ambiente della rete di marketing, delle riunioni di vendite o di altre vendite dirette, nonché il rispetto della legge e della morale sono per noi sempre in primo piano.

La preghiamo pertanto di leggere attentamente il seguente codice etico e le nostre Condizioni generali di contratto tra le parti e di fare delle linee guida il Suo principio conduttore quotidiano per lo svolgimento della Sua attività. 

Codice etico per i rapporti con i consumatori 

  • I nostri incaricati alle vendite a domicilio consigliano a loro volta i loro Incaricati alle vendite a domicilio in modo onesto e sincero e chiariscono eventuali malintesi sui beni, sull'opportunità commerciale o su altre dichiarazioni durante una consulenza personale. 
  • Gli incaricati alle vendite a domicilio si presentano in un contatto personale e telefonico con il consumatore, spontaneamente e in modo conforme alla verità, con il loro nome e nelle vesti di incaricato alle vendite a domicilio della ditta APLGO all'inizio del colloquio di vendita. Inoltre, all'inizio del colloquio di vendita rivelano lo scopo commerciale della loro visita o chiamata e indicano chiaramente quali beni o servizi devono essere offerti. 
  • Su richiesta dell‘incaricato alle vendite a domicilio, si rinuncia a un colloquio di vendita, si rimanda il colloquio o si termina amichevolmente un colloquio già iniziato. 
  • Gli Incaricati alle vendite a domicilio non si comportano mai in modo invadente. In particolare, le visite e i contatti telefonici devono aver luogo in orari appropriati, a meno che il consumatore non abbia espressamente richiesto diversamente. Le aziende o i loro Incaricati alle vendite a domicilio chiameranno un consumatore per scopi pubblicitari solo previo consenso esplicito del consumatore. Il numero di telefono chiamante deve essere comunicato.
  • Durante il contatto con il cliente, l’Incaricato alle vendite a domicilio informa il consumatore su tutti i punti relativi alla merce offerta e - se il consumatore lo desidera – sui canali di distribuzione. 
  • Tutte le informazioni sulla merce devono essere complete e veritiere. All’incaricato alle vendite a domicilio è vietato fare dichiarazioni fuorvianti o anche promesse in qualsiasi forma sui prodotti. 
  • Un incaricato alle vendite a domicilio non può avanzare alcuna pretesa in merito alle merci, ai loro prezzi o alle condizioni contrattuali, a meno che queste non siano state approvate da APLGO. 
  • Gli incaricati alle vendite a domicilio faranno riferimento a lettere di raccomandazione, a risultati di test o ad altre persone per scopi commerciali nei confronti del consumatore solo se autorizzati sia da chi fornisce le referenze che da APLGO; tali mezzi devono essere accurati e non obsoleti. Inoltre, le lettere di raccomandazione, i test e le referenze personali devono sempre essere in relazione con lo scopo previsto. 
  • Il consumatore non è indotto ad acquistare prodotti per via di promesse dubbie e/o fuorvianti, né per via di promesse di particolari benefici, se questi benefici sono legati a successi futuri e incerti. Gli incaricati alle vendite a domicilio si asterranno da qualsiasi azione che possa indurre il consumatore ad accettare l'offerta fatta al solo scopo di fare un favore personale al fornitore, di porre fine ad una conversazione indesiderata o di godere di un vantaggio che non è oggetto dell'offerta o di mostrare gratitudine per la concessione di tale vantaggio. 
  • Un incaricato alle vendite a domicilio non può fornire informazioni sulla sua remunerazione o sulla potenziale remunerazione di altri Incaricati alle vendite a domicilio. Inoltre, un Incaricato alle vendite a domicilio non può garantire, promettere remunerazioni o alimentare altre aspettative. 
  • Gli incaricati alle vendite a domicilio mostrano considerazione per le persone commercialmente inesperte e in nessun caso approfittano della loro età, della loro malattia o della loro scarsa conoscenza per indurle a stipulare un contratto. 
  • Nei contatti con i cosiddetti gruppi di popolazione socialmente svantaggiati o di lingua straniera, gli incaricati alle vendite a domicilio terranno in debita considerazione la loro capacità finanziaria e la loro capacità di comprendere e parlare la lingua e, in particolare, si asterranno da qualsiasi azione che possa indurre i membri di tali gruppi ad effettuare ordini che non corrispondano alle loro condizioni. 

Codice etico per i rapporti con gli Incaricati alle vendite a domicilio 

  • Gli incaricati alle vendite a domicilio hanno sempre fra di loro un rapporto equo e rispettoso. Quanto sopra vale anche per i rapporti con gli incaricati alle vendite a domicilio di altri concorrenti o altre società di rete marketing, società di riunioni di vendite o altre società di distribuzione diretta. 
  • I nuovi incaricati alle vendite a domicilio sono informati in modo veritiero sui loro diritti e doveri. Sono da tralasciare le informazioni sulle possibili opportunità di vendita e di acquisizione. 
  • APLGO non può fornire garanzie verbali in merito a beni e servizi. 
  • Gli incaricati alle vendite a domicilio non sono autorizzati a reclutare sistematicamente gli incaricati alle vendite a domicilio di altre aziende. Inoltre, gli incaricati alle vendite a domicilio non sono autorizzati a indurre altri incaricati alle vendite a domicilio a cambiare sponsor all'interno di APLGO. 
  • Gli obblighi delle seguenti Condizioni generali di contratto devono essere sempre rispettati come codice etico.

Codice etico nei rapporti con altre aziende 

  • Gli incaricati alle vendite a domicilio di APLGO hanno sempre un rapporto equo e rispettoso nei confronti di altri concorrenti o altre società di rete marketing, società di riunioni di vendite o altre società di distribuzione diretta. 
  • È vietato il reclutamento sistematico degli incaricati alle vendite a domicilio di altre aziende. 
  • Sono vietate le dichiarazioni comparative sleali, fuorvianti o ingannevoli sui prodotti o sui sistemi di distribuzione di altre società.

Tenendo presenti questo codice etico della nostra azienda, desideriamo ora farLe conoscere le condizioni generali di contratto tra le parti di APLGO. 

1. CAMPO DI APPLICAZIONE

1.1 Le seguenti Condizioni generali di contratto tra le parti sono parte integrante di ogni contratto di vendita a domicilio tra la società APLGO GmbH rappresentata dall'amministratore delegato Alexander Bechtold, ivi residente professionalmente, (di seguito: APLGO) e ogni incaricato alle vendite a domicilio indipendente e autonomo. Deve costituire la base di un rapporto d'affari cooperativo, equo e di successo. 

1.2 Accordo speciale per l'ITALIA 
L’incaricato alle vendite a domicilio è da qualificarsi, nell'ambito del rapporto contrattuale e delle presenti Condizioni Generali di Contratto, come "Incaricato alle Vendite a Domicilio" ("Incaricato"), il cui status è regolato dal Decreto Legislativo n. 114/1998 e dalla Legge n. 173/2005. 

È inoltre importante sapere che gli Incaricati non possono rivendere i prodotti APLGO. Di conseguenza, le clausole di rivendita delle presenti Condizioni Generali non sono applicabili agli Incaricati, e qualsiasi altra clausola utilizzata nelle presenti Condizioni Generali che si riferisca alla commercializzazione o alla distribuzione dei beni di APLGO deve essere ridotta a mera "promozione dei beni" per gli Incaricati. 

1.3 APLGO fornisce i propri servizi esclusivamente sulla base delle presenti condizioni di contratto. 

2. OGGETTO DEL CONTRATTO

2.1 APLGO è un'azienda che offre un concetto di vendita sociale per la distribuzione di integratori alimentari di alta qualità, prodotti cosmetici e altri beni di consumo e servizi, soprattutto nel settore sanitario e dello stile di vita (di seguito: beni). L’Incaricato deve fare da intermediario per i beni di APLGO, in modo che l’esercizio di promozione dei beni sia la base dell'attività di un Incaricato. Per questa attività non è necessario che l’Incaricato effettui alcuna spesa finanziaria oltre alla quota annuale di servizio (vedi § 6), che accetti/acquisti un numero minimo di beni o altri servizi da APLGO o che l’Incaricato recluti altri Incaricati. L’unico requisito necessario è la registrazione. L’Incaricato riceve una provvigione adeguata alla sua attività. 

2.2 Inoltre, sussiste la possibilità, ma non l'obbligo, di reclutare altri Incaricati. Per questa attività di reclutamento, l’Incaricato riceverà una provvigione corrispondente sul fatturato del prodotto dell’Incaricato reclutato, se il risultato richiesto è stato raggiunto. Tuttavia, non viene espressamente pagata alcuna provvigione per la pubblicità. La provvigione, così come la modalità di pagamento, si basa sul piano di remunerazione applicabile per tale data. 

2.3 Con l‘avvenuta registrazione, APLGO mette a disposizione dell’Incaricato oltre alla formazione e agli strumenti pubblicitari personalizzati, un kit di back office online insieme ad una landing page con diritto d'uso ai sensi dell‘§ 6 (1), che consenta all’Incaricato di avere una panoramica costantemente aggiornata e completa dei suoi fatturati provenienti dall’attività di reclutamento, dei diritti alla provvigione, delle transazioni, nonché degli sviluppi dell’Incaricato e della downline, e permette inoltre all’Incaricato di acquistare un set di partenza senza esserne obbligato a farlo. 

3. PREMESSE GENERALI PER LA STIPULAZIONE DEI CONTRATTI

3.1 È possibile (se necessario) stipulare un contratto con società di capitali, società di persone o con persone fisiche che abbiano compiuto il 18° anno di età e siano imprenditori in possesso di una licenza commerciale (ad es. licenza d’esercizio). La conclusione del contratto da parte dei consumatori non è possibile. Per ogni persona fisica, società di persone (ad es. S.s., s.n.c., S.a.s.) e società di capitali (ad es. S.p.a., S.r.l., società Ltd.) viene accettata una sola domanda di adesione da parte dell’Incaricato, così come una persona fisica non ha il diritto di registrarsi ulteriormente come socio in una società di persone o di una società di capitali o comunque più volte in modo indiretto. 

3.2 Se una società di capitali presenta una domanda di Incaricato, è necessario presentare una copia del relativo estratto del registro delle imprese insieme a una copia della registrazione e al numero di partita IVA comunitaria e, se non disponibile, il codice fiscale. Tutti i soci e, eventualmente, anche i soci dei soci, a condizione che un socio sia anche una società di capitali o una società di persone, devono essere nominati per nome, devono avere almeno 18 anni e firmare la domanda. I soci sono personalmente responsabili nei confronti di APLGO per la condotta della società. 

3.3 Nel caso di società di persone, è necessario presentare una copia del relativo estratto del registro delle imprese all'atto dell'iscrizione e il numero di partita IVA comunitaria- se disponibile. Tutti i soci e, eventualmente, anche i soci dei soci, a condizione che un socio sia anche una società di capitali o una società di persone, devono essere nominati per nome, devono avere almeno 18 anni e firmare la domanda. I soci sono personalmente responsabili nei confronti di APLGO per la condotta della società.  

3.4 Accordi speciali per la Francia e l'Italia sugli account comuni degli Incaricati 
(a) Accordo speciale per la FRANCIA
Gli Incaricati (in qualità di VDI ai sensi della legge francese) in Francia non possono avere un account comune di Incaricato, ovvero la comproprietà di un account di Incaricato da parte di terzi non è consentita. I coniugi (incluse le unioni civili registrate) non possono essere registrati insieme come Incaricati, né possono possedere ciascuno individualmente un account di Incaricato nella stessa struttura ad albero. 

(b) Accordo speciale per l'ITALIA
La comproprietà di un account di Incaricato da parte di terzi non è consentita. I coniugi (incluse le unioni civili registrate) non possono essere registrati insieme come Incaricati, né possono possedere ciascuno individualmente un account di Incaricato nella stessa struttura ad albero.

3.5 Nella misura in cui vengano utilizzati moduli d'ordine o di richiesta, questi sono considerati parte integrante del contratto. 

3.6 L’Incaricato può registrarsi online presso APLGO per l'inizio della sua attività come Incaricato. Al momento della registrazione, l’Incaricato è tenuto a compilare il modulo di richiesta di Incaricato in modo completo e corretto e quindi ad inviare la richiesta a APLGO nel modo specificato. Inoltre, l’Incaricato, barrando attivamente l'apposita casella, prende atto delle presenti Condizioni generali di contratto per le parti e le accetta come parte integrante del contratto. 

3.7 APLGO si riserva il diritto di respingere le richieste di Incaricato a sua discrezione e senza alcuna spiegazione.  

3.8 Accordo speciale per l'ITALIA

(a) In Italia, la legge italiana non consente ad una società di capitali come definita al comma (2) e ad una società di persone come definita al comma (2) di registrarsi come Incaricato, cosicché in Italia solo le persone fisiche possono registrarsi presso APLGO come Incaricato. L’Incaricato è tenuto ad inviare a APLGO copia di un documento di identità valido e deve soddisfare i "requisiti di onorabilità" di cui al comma 71 del Decreto Legislativo n. 59/2010, per quanto il suddetto obbligo deve essere soddisfatto per tutta la durata del contratto, anche al momento del rinnovo del contratto di cui all'§ 16, comma 1. 

(b) Oltre al diritto di recesso contrattuale volontario (vedi § 5), l’Incaricato ha un diritto speciale di recesso dopo l'invio della sua domanda. Tuttavia, se non disdice il contratto entro 10 giorni lavorativi dalla sottoscrizione dello stesso – vale la data della sottoscrizione - (valido per le domande offline) o dopo l'invio della domanda (valido per le domande offline), accetta il contratto e le Condizioni generali di contratto come parte integrante del contratto. 

3.9 In caso di violazione degli obblighi di cui ai paragrafi da (1) a (4), (6) frase 1 e (8) (a), APLGO ha il diritto, senza previa ammonizione, di rescindere il Contratto con l’Incaricato senza preavviso. Inoltre, APLGO si riserva espressamente il diritto di far valere ulteriori richieste di risarcimento danni in questo caso di risoluzione senza preavviso. 

4. STATO DELL‘INCARICATO ALLE VENDITE A DOMICILIO IN QUALITÀ DI IMPRENDITORE

4.1 L’Incaricato agisce come imprenditore indipendente e autonomo. Le parti concordano sul fatto che l’Incaricato svolga tale lavoro inizialmente come attività secondaria. Non è né un dipendente né un agente commerciale, affiliato o broker di APLGO. Non ci sono obiettivi di vendita, obblighi di acquisto o altri obblighi di attività. Ad eccezione degli obblighi contrattuali, l’Incaricato non è soggetto ad alcuna istruzione da parte di APLGO e si assume l'intero rischio imprenditoriale della sua attività commerciale, compreso l'obbligo di sostenere tutti i suoi costi aziendali. L’Incaricato deve avviare e gestire la propria attività - se necessario - nel senso di un imprenditore prudente, il che comprende anche - se necessario - la gestione dei propri uffici o di un posto di lavoro gestito nel senso di un imprenditore prudente. 

4.2 In qualità di imprenditore indipendente, l’Incaricato è l'unico responsabile del rispetto delle disposizioni di legge in materia, compresi i requisiti di diritto fiscale e sociale (ad esempio, l'ottenimento di un numero di partita IVA comunitaria o la registrazione dei suoi dipendenti presso le autorità di previdenza sociale, nonché l'ottenimento di una licenza commerciale, se necessario). A questo proposito, l’Incaricato assicura di tassare debitamente presso la sua sede legale tutte le provvigioni percepite nell'ambito delle sue attività per APLGO. APLGO si riserva il diritto di detrarre dalla provvigione concordata il rispettivo importo per imposte e tasse ovvero di chiedere il risarcimento dei danni o il rimborso delle spese sostenute in seguito alla violazione dei suddetti requisiti, a meno che l’Incaricato non sia responsabile dei danni o delle spese. APLGO non paga i contributi previdenziali per l’Incaricato. 

4.3 Accordo speciale per la FRANCIA
Gli Incaricati (in qualità di VDI ai sensi della legge francese) non possono in alcun caso svolgere l'attività di un datore di lavoro, né possono avere un rapporto contrattuale con altri Incaricati della loro downline, nella misura in cui questo rapporto contrattuale si riferisce all'attività di APLGO. Non può essere corrisposto alcun compenso, a prescindere dal tipo, da un Incaricato ad un altro Incaricato.

4.4 Accordo speciale per l'ITALIA
APLGO dedurrà - nella misura in cui è legalmente obbligata a farlo - i contributi previdenziali e le imposte sul reddito (come ogni altra tassa o imposta eventualmente obbligatoria) dalle provvigioni dovute agli Incaricati e li verserà all'autorità italiana competente. 

5. INFORMATIVA SUL DIRITTO DI RECESSO CONTRATTUALE VOLONTARIO

Si registra presso APLGO come imprenditore e non come consumatore, per cui non ha alcun diritto legale di recesso. Ciononostante, APLGO Le concede il seguente diritto di recesso contrattuale volontario di 14 giorni.

Diritto di recesso volontario
Lei può revocare la Sua dichiarazione contrattuale entro il termine di 14 giorni senza doverne indicare i motivi per iscritto (per lettera o e-mail) all'indirizzo postale o all'indirizzo e-mail indicato all’§ 1. La durata del termine inizia con la notifica della domanda dell’Incaricato. Per rispettare il termine di revoca è sufficiente inviare la revoca in tempo utile (data del timbro postale / dell’e-mail).

Conseguenze del recesso:
Dopo la Sua revoca, può restituire a APLGO tutti i beni non aperti e rivendibili e gli altri servizi a pagamento acquistati in qualità di Incaricato, dietro rimborso dell'intero importo pagato per essi. La spedizione di ritorno deve essere effettuata a spese e a rischio dell’Incaricato. Dopo il ricevimento della merce restituita e l'ispezione della stessa per verificarne l'assenza di vizi, l’imballaggio e la possibilità di rivendita, il prezzo di acquisto sarà rimborsato al 100%. 

Un Incaricato può registrarsi nuovamente presso APLGO attraverso un altro sponsor dopo la revoca della sua vecchia posizione. Presupposto è che la revoca per la vecchia posizione dell’Incaricato sia avvenuta almeno 12 mesi prima e che l’Incaricato recedente non abbia svolto alcuna attività per APLGO durante questo periodo. 

6. UTILIZZO DEL BACK OFFICE E DELLA LANDING PAGE / COMMISSIONE DI SERVIZIO

6.1 Al momento della registrazione, l’Incaricato acquisisce il diritto di utilizzare il back office e la landing page (compresa l'app) messi a sua disposizione per i primi 12 mesi. 

6.2 Il diritto d'uso del back office e della landing page, messi a sua disposizione, è un diritto d'uso semplice e non trasferibile relativo allo specifico back office; l’Incaricato non ha il diritto di modificare, elaborare o trasformare in altro modo il back office, né di concedere sublicenze. 

6.3 Per l'utilizzo e per la manutenzione, l'amministrazione, il supporto e la cura del back office e della landing page, APLGO addebita una tassa annuale di servizio non commissionabile, che deve essere pagata in anticipo. 

7. OBBLIGHI DELL’INCARICATO ALLE VENDITE A DOMICILIO

7.1 L’Incaricato è tenuto a proteggere le sue password personali e i suoi identificativi di autenticazione dall'accesso di terzi e deve comunicare immediatamente eventuali modifiche ai suoi dati contrattuali. 

7.2 All’Incaricato è vietato violare la legge sulla concorrenza durante la sua attività, violare i diritti di APLGO, del suo Incaricato, delle società affiliate o di altri terzi, molestare terzi o violare in altro modo la legge applicabile. In particolare, si applica anche il divieto di pubblicità telefonica non autorizzata e l'invio di e-mail pubblicitarie non richieste e non approvate, di fax pubblicitari o SMS pubblicitari (spam), nonché di spam sui social media o altre forme di messaggi non autorizzati. 

7.3 Linee guida particolari per la pubblicità 

(a) In nessun punto del materiale pubblicitario l‘Incaricato può fornire informazioni sul suo reddito o sulle possibilità di guadagno presso APLGO. Anzi, c'è sempre l'obbligo di far notare ai potenziali Incaricati nell'ambito dei colloqui di avvio che il reddito può essere generato solo attraverso un lavoro molto intenso e continuo.

(b) Le azioni di vendita e di marketing non possono simulare provvigioni che devono essere intese come "ricompense" o altre provvigioni in relazione al mero reclutamento di un nuovo Incaricato o comunque effettuare azioni che creino l'impressione che il sistema di distribuzione pubblicizzato sia un sistema di distribuzione illegale, vale a dire un sistema di distribuzione illegale a palla di neve o piramidale o comunque un sistema di distribuzione fraudolento. Non si deve dare l'impressione che l'acquisto di beni sia necessario affinché un Incaricato possa lavorare per APLGO. 

(c) Le attività di distribuzione e di marketing non devono essere rivolte a minori o a persone inesperte nel mondo degli affari e non devono in alcun modo trarre vantaggio dalla loro età, dalla loro malattia o dai loro limitati poteri di discernimento per indurre i consumatori a concludere un contratto. Nei contatti con i cosiddetti gruppi di popolazione socialmente svantaggiati o di lingua straniera, gli Incaricati terranno in debita considerazione la loro capacità finanziaria e la loro capacità di comprendere e parlare la lingua e, in particolare, si asterranno da qualsiasi azione che possa indurre i membri di tali gruppi ad effettuare ordini che non corrispondano alle loro condizioni. 

(d) Non si possono intraprendere attività di distribuzione e di marketing che siano irragionevoli, illegali, non sicure o che esercitino una pressione indebita sui consumatori selezionati. 

(e) Gli Incaricati faranno riferimento a lettere di raccomandazione, a risultati di test, a referenze o ad altre persone per scopi commerciali nei confronti del consumatore solo se autorizzati sia da chi fornisce le referenze che da APLGO; tali mezzi devono essere accurati e non obsoleti. Inoltre, le lettere di raccomandazione, i test e le referenze personali devono sempre essere in relazione con lo scopo previsto.

(f) Il consumatore non è indotto ad acquistare prodotti per via di promesse dubbie e/o fuorvianti, né ancor meno per via di promesse di particolari benefici, se questi benefici sono legati a successi futuri e incerti. Gli Incaricati si asterranno da qualsiasi azione che possa indurre il consumatore ad accettare l'offerta fatta al solo scopo di fare un favore personale al fornitore, di porre fine ad una conversazione indesiderata o di godere di un vantaggio che non è oggetto dell'offerta o di mostrare gratitudine per la concessione di tale vantaggio. 

(g) Un Incaricato non può pretendere che il piano di remunerazione o i beni di APLGO siano approvati o autorizzati o sostenuti da qualsiasi autorità statale o che siano considerati legalmente validi da uno studio legale. 

(h) A causa delle rigide norme riguardanti la pubblicità di integratori alimentari e di cosmetici, si dovrebbe utilizzare solo il materiale pubblicitario offerto sul sito web di APLGO o sul back office o altrove. Si dovrebbe raccomandare a tutti i clienti attualmente in trattamento medico di consultare il proprio medico prima di effettuare qualsiasi cambiamento nell’ambito della propria alimentazione. Non deve essere rilasciata alcuna dichiarazione relativa alla sicurezza dei prodotti, ai loro effetti terapeutici o curativi nel corso dell'attività e della pubblicità, a meno che tale dichiarazione non sia stata ufficialmente approvata da APLGO e/o non sia inclusa nel materiale pubblicitario ufficiale di APLGO. Inoltre, gli Incaricati non devono suggerire che i prodotti APLGO possano essere utilizzati per trattare, prevenire, diagnosticare o curare malattie. APLGO vieta anche qualsiasi dichiarazione riguardante l'effetto terapeutico dei prodotti APLGO. Ad esempio, l’Incaricato non può affermare che i prodotti di APLGO aiutino a curare il diabete, le malattie cardiache, il cancro o altre malattie. Non possono essere utilizzate o diramate pubblicazioni scientifiche, letteratura o testimonianze scritte da dottori o scienziati in relazione ai beni di APLGO o ai loro ingredienti. 

(i) Accordo speciale per l'ITALIA E IL REGNO UNITO 
Se un Incaricato invia o utilizza in altro modo la pubblicità per un evento, la pubblicità deve contenere la seguente dicitura: "È vietato per un Incaricato, in qualità di partecipante a un sistema di vendita diretta, convincere terzi ad effettuare un pagamento promettendo loro vantaggi in cambio dell'ingresso di terzi nel sistema di vendita diretta. Inoltre, non lasciatevi ingannare dalle affermazioni secondo cui i ricavi elevati sono facilmente raggiungibili".

7.4 L'uso, la produzione e la distribuzione dei propri siti web, dei documenti di vendita, dei concetti di vendita, dei listini prezzi, dei campioni di prodotto, delle brochure dei prodotti, dei contenuti video, dei contenuti audio, della creazione di proprie presenze su Internet, comprese le presenze professionali nei social media o di altro materiale pubblicitario o di vendita creato in modo indipendente, sono consentiti solo con il previo consenso scritto da parte di APLGO e a libera discrezione di APLGO. È sempre vietato gestire un sito internet, un portale internet, una presenza sui social media o qualsiasi altra applicazione online con diversi Incaricati. Nel caso in cui l’Incaricato pubblicizzi la merce di APLGO su altri media internet, come ad esempio social network (ad es. Facebook o Instagram), blog online o chat room (ad es. WhatsApp o Snapchat), l’Incaricato può utilizzare solo le dichiarazioni pubblicitarie ufficiali di APLGO e deve identificarsi facilmente con il suo nome completo (sono vietati i messaggi anonimi o con pseudonimi). 

7.5 I prodotti di APLGO possono essere presentati e venduti dall’Incaricato nell'ambito della legge applicabile e sono revocabii in colloqui a quattro o più occhi, in riunioni a casa, in riunioni a casa online, in eventi online in rete e/o in conferenze online. I beni di APLGO non possono essere offerti in altri punti vendita, in particolare in negozi (quali supermercati, negozi al dettaglio, negozi di articoli per la casa, farmacie, parrucchieri, centri di bellezza o centri estetici), ambulatori di fisioterapia o ambulatori analoghi, studi medici, ristoranti, piattaforme di commercio su Internet come per es. eBay, Amazon, in spettacoli televisivi di vendita, tramite telemarketing, teletext marketing o canali di vendita analoghi. 

7.6 Inoltre, l’Incaricato può presentare la merce anche in occasione di fiere ed esposizioni dopo aver ottenuto il consenso scritto di APLGO. 

7.7 All’Incaricato è sempre vietato vendere o distribuire in altro modo il proprio materiale di marketing e/o di vendita, gli strumenti di formazione o di lead generation, altri beni di terzi o altri servizi in relazione all'attività di APLGO ad altri Incaricati di APLGO. 

7.8 L’Incaricato non deve dare l'impressione, nei rapporti commerciali, di agire per conto o a nome di APLGO. È invece obbligato a presentarsi come "Incaricato APLGO indipendente". I siti Internet, la carta intestata, i biglietti da visita, gli adesivi con scritte per auto, le inserzioni, il materiale promozionale e simili devono sempre riportare l'aggiunta " Incaricato APLGO indipendente " e non devono contenere il marchio distintivo di APLGO e/o i marchi di fabbrica, i titoli di opere, le denominazioni commerciali e altri marchi di APLGO senza il previo consenso scritto. All’Incaricato è inoltre vietato richiedere e contrarre prestiti a nome di APLGO per o nell'interesse o per conto della Società, sostenere spese, contrarre impegni, aprire conti bancari, concludere altri contratti o fare altre dichiarazioni di volontà vincolanti. All’Incaricato non viene concessa né una procura per l’incasso né una procura per rappresentare APLGO nei confronti di terzi. Allo stesso modo, l’Incaricato non è responsabile per l'adempimento degli obblighi derivanti da una transazione di intermediazione. 

(a) Accordo speciale per l'ITALIA:
L’Incaricato deve identificarsi come "Incaricato APLGO indipendente" per le azioni avvenute in Italia ai sensi del punto (8).

7.9 L’Incaricato non ha il diritto, nel corso della sua attività, di nominare marchi di società concorrenti in modo negativo, denigratorio o in qualche altro modo illegale, o di valutare altre società in modo negativo o denigratorio, o di utilizzare valutazioni negative, denigratorie o in qualche altro modo illegali per reclutare gli Incaricati di altre società. 

7.10 Tutto il materiale relativo alla presentazione, alla pubblicità, alla formazione e i filmati, le etichette dei prodotti, ecc. (comprese le fotografie) di APLGO sono protette dal diritto d'autore. Questo materiale non può essere riprodotto, distribuito, reso accessibile al pubblico o elaborato, in tutto o in parte, dall’Incaricato per via del diritto d’uso contrattuale, senza il previo ed esplicito consenso scritto di APLGO. 

7.11 Anche l’utilizzo del marchio distintivo di APLGO e/o dei marchi di fabbrica, di titoli di opere, di denominazioni commerciali e di altri marchi di APLGO è concesso solo previo ed esplicito consenso scritto. Ciò vale anche per la registrazione di domini Internet. APLGO può richiedere che i domini Internet che utilizzino il nome di APLGO e/o i marchi, i titoli di opere e le denominazioni commerciali e altri marchi di APLGO e il cui uso non sia stato approvato per iscritto da APLGO siano cancellati e/o trasferiti a APLGO. APLGO si assume i meri costi di acquisizione dei provider, ma non altri costi o una licenza o altri compensi per il dominio in caso di acquisizione. È inoltre vietata la registrazione di marchi propri, di titoli di opere o di altri diritti di proprietà industriale che contengano un marchio, un nome di prodotto, un titolo di opere o nomi commerciali di APLGO registrati o in qualche modo protetti in un altro paese/in un’altra area. Il divieto di cui sopra si applica sia ai contrassegni o beni identici che a quelli simili. È inoltre vietato l'uso di contrassegni, marchi, titoli di opere o altri diritti di proprietà industriale di APLGO nella cosiddetta pubblicità sui motori di ricerca (ad es. GoolgeAdWords), nella pubblicità su link sponsorizzati, nel marketing di spazi pubblicitari su Internet o in azioni pubblicitarie online analoghe. Infine, è vietato anche il riconfezionamento e/o il reimballaggio di merci di APLGO. 

7.12 Un Incaricato può registrarsi nuovamente presso APLGO dopo aver disdetto il suo vecchio incarico. Presupposto è che la disdetta e la conferma della disdetta da parte di APLGO per la vecchia posizione di Incaricato sia avvenuta almeno 12 mesi prima e che l’Incaricato che ha dato le dimissioni non abbia svolto alcuna attività per APLGO durante questo periodo.

7.13 L’Incaricato non è autorizzato a rispondere alle richieste della stampa relative a APLGO, ai suoi beni, al piano di compensazione o ad altri servizi di APLGO. L’Incaricato è tenuto ad inoltrare immediatamente tutte le richieste della stampa a APLGO. 

7.14 L’Incaricato si impegna - per quanto possibile - a garantire che i dati dei clienti ottenuti attraverso i servizi di distribuzione siano utilizzati esclusivamente nell'ambito della sua attività per APLGO e in particolare non vengano trasmessi ad altri terzi e/o utilizzati per servizi di terzi. 

7.15 L’Incaricato può solo pubblicizzare e distribuire servizi per APLGO o acquisire nuovi Incaricati in quei paesi che sono stati ufficialmente aperti al mercato da APLGO. Non è consentito agire in qualità di filiale APLGO, di importatore o esportatore o simili in uno stato o fondare imprese commerciali corrispondenti. 

7.16 Gli Incaricati non possono offrire regali o altri benefici ai dipendenti di APLGO. 

7.17 APLGO permette all’Incaricato di acquistare i beni per uso personale o per le esigenze dei familiari. In nessun caso l’Incaricato in persona o i suoi familiari possono indurre altri Incaricati ad acquistare prodotti in quantità maggiore rispetto al proprio consumo personale e che superano in modo spropozionato l'uso personale all'interno di un nucleo familiare. Al momento di effettuare un nuovo ordine di merce, l’Incaricato garantisce che almeno il 70% dell'ordine precedente è stato utilizzato per scopi commerciali nell'ambito di presentazioni e degustazioni di prodotti e che un massimo del 30% delle scorte dell'ultimo ordine è ancora presente nel suo magazzino. L’Incaricato deve, indipendentemente dagli obblighi di archiviazione previsti dalla legge fiscale, conservare i relativi documenti per un periodo di almeno quattro anni al fine di poter dimostrare il rispetto della suddetta regola del 70 %. Inoltre, l’Incaricato non può acquistare più merce in proprio o tramite terzi di quanta ne possa consumare nell’arco di un mese, previa ragionevole valutazione. 

(a) Accordo speciale per l'ITALIA
Gli Incaricati possono acquistare solo beni APLGO destinati al consumo personale, cosicché il paragrafo (17) frasi 1 - 2 non si applica in questo caso, nella misura in cui si riferiscono ai membri della famiglia e il paragrafo (17) frasi 3 - 5 non si applica in questo caso nella sua interezza. 

7.18 L’Incaricato comunicherà per tempo a APLGO l'ubicazione, l'orario e il contenuto degli eventi pubblicitari rivolti al pubblico in generale prima della pubblicazione dell'invito. APLGO può richiedere modifiche o anche la rinuncia a partecipare all'evento se ciò è necessario nell'interesse dell'azienda e dell'organizzazione di vendita di APLGO e dei suoi membri.

7.19 Non è consentito l'uso di numeri telefonici a pagamento per commercializzare le attività o i prodotti di APLGO. 

7.20 L’Incaricato è tenuto a informare immediatamente e in modo veritiero APLGO di eventuali violazioni delle norme delle Condizioni generali per gli Incaricati e del Codice di condotta di APLGO, nonché di tutte le altre norme aziendali. 

7.21 Accordo speciale per l'ITALIA:
(a) All‘Incaricato è vietato rivendere i beni APLGO. Tutte le vendite di beni, compresa la rendicontazione, sono disposte direttamente da APLGO. La Società riscuote l'IVA risultante direttamente dai clienti finali sulla base del prezzo di acquisto dei beni in conformità con le aliquote dell’IVA legalmente in vigore. Il divieto di rivendita di cui nella frase 1 ha inoltre come conseguenza il fatto che i paragrafi (3), (5) e (6) non sono qui applicabili nella misura in cui si riferiscono alla rivendita di beni e servizi e/o si riferiscono ad altro acquisto di beni che superi le esigenze personali. 

(b) La promozione di beni e servizi APLGO da parte di questi può avvenire solo all'interno dell'Italia. 

7.22 Accordo speciale per la FRANCIA
(a) Gli Incaricati con indirizzo di fatturazione in Francia devono rispettare il Code de Conduite de la Fédération de la Vente Directe [Codice di condotta dell’Associazione di vendita diretta], disponibile sul sito web all'indirizzo www.fvd.fr. 

(b) Gli Incaricati alle Vendite a Domicilio in qualità di VDI ai sensi della legge francese possono presentare i beni e i servizi APLGO solo tramite contatto personale, ossia durante incontri personali. Quanto sopra significa anche che i paragrafi (4), (5), (7) e (18) non sono applicabili in questo caso, a meno che non si riferiscano alla promozione delle vendite durante un incontro personale. 

(c) Gli acquisti da parte di Incaricati alle Vendite a Domicilio presso APLGO sono limitati a 400,00 € al mese IVA inclusa. 

7.23 Accordo speciale per il REGNO UNITO (UK)
(a) Gli Incaricati con indirizzo di fatturazione nel Regno Unito devono rispettare il Code of Ethics of the Direct Selling Association [Codice di condotta dell’Associazione di vendita diretta], disponibile sul sito web all'indirizzo www.dsa.org.uk. 

(b) In base alle leggi che regolano la vendita diretta nel Regno Unito, gli Incaricati con un indirizzo di fatturazione nel Regno Unito non possono effettuare un investimento superiore a 200 sterline (IVA inclusa) nei primi sette giorni del loro contratto. L’Incaricato non deve mai cedere alla tentazione di acquistare più scorte di quante ne possa sicuramente vendere. Né dovrebbe cedere alla tentazione di "acquisire" una posizione più alta all'interno dell'organizzazione di vendita. 

8. DIVIETO DI CONCORRENZA / RECLUTAMENTO

8.1 L’Incaricato è autorizzato a distribuire beni e/o servizi per altre società, incluse società di marketing, società di riunioni di vendita o altre società di vendita diretta, anche se sono si tratta di concorrenti. 

8.2 Nonostante l'autorizzazione formulata nel paragrafo 1, l’Incaricato non è autorizzato a distribuire ad altri Incaricati APLGO prodotti o servizi di altre società, così come materiale pubblicitario e contenuti comparabili per la gestione dell'attività di APLGO. 

8.3 Nella misura in cui l’Incaricato è attivo contemporaneamente per diverse società, comprese le società di network marketing, le società di riunioni di vendita o altre società di vendita diretta, egli è tenuto a organizzare la rispettiva attività (insieme alla sua rispettiva downline) in modo tale che non si verifichi alcuna connessione o mescolanza con la sua attività per l'altra società. In particolare, l’Incaricato non può offrire prodotti diversi dai prodotti APLGO nello stesso momento e luogo o nelle immediate vicinanze o sullo stesso sito web, sulla pagina Facebook, su un'altra piattaforma di social media o su una piattaforma Internet. 

8.4 Inoltre, all’Incaricato è vietato reclutare altri Incaricati APLGO a vendere altri prodotti.

8.5 All’Incaricato è inoltre vietato commettere violazioni con la stipula di un contratto per Incaricato nei confronti di altri Incaricati o con altri accordi di vendita che ha stipulato con altre aziende e le cui clausole sono ancora valide. 

8.6 Accordo speciale per l'ITALIA
APLGO si riserva il diritto di richiedere il risarcimento dei danni all’Incaricato per violazione degli obblighi di cui ai commi da (2) a (5) ai sensi dell'art. 1382, comma 1, del Codice Civile italiano. 

9. SEGRETEZZA

L’Incaricato deve mantenere il segreto assoluto sui segreti aziendali e commerciali di APLGO e sulla sua struttura. Tra i segreti aziendali e commerciali e allo stesso tempo i diritti di proprietà di APLGO fanno parte in particolare anche le informazioni sulle attività in downline - e sui piazzamenti, nonché la linea genealogica e le informazioni in essa contenute, i dati degli Incaricati, dei clienti e dei partner contrattuali, nonché le informazioni sui rapporti commerciali di APLGO e sulle sue società affiliate e su altri offerenti e fornitori. Tale obbligo permane anche dopo la risoluzione del contratto dell’Incaricato. 

10. TUTELA DELL’INCARICATO ALLE VENDITE A DOMICILIO / NESSUNA PROTEZIONE DI ZONA

10.1 All’Incaricato attivo che si aggiudica per la prima volta un nuovo Incaricato per una distribuzione di prodotti di APLGO sarà assegnato il nuovo Incaricato nella sua struttura in conformità al piano di remunerazione e ai requisiti di piazzamento ivi regolamentati (tutela dell’Incaricato), per quanto la data e l'ora di ricevimento della domanda di registrazione del nuovo Incaricato presso APLGO risulteranno valide per l'assegnazione. Nel caso di una registrazione errata sotto lo sponsor sbagliato o di una registrazione errata per altri motivi, la richiesta di modifica deve essere inoltrata ed elaborata entro 5 giorni lavorativi dalla data di presentazione della richiesta di registrazione, dopodiché APLGO deciderà, a sua esclusiva discrezione, di modificare eventualmente la registrazione. L'Incaricato, la cui posizione viene modificata, non può sponsorizzare nel frattempo altre persone. Se due Incaricati rivendicano la sponsorizzazione dello stesso nuovo Incaricato, APLGO prenderà in considerazione solo lo sponsor nominato nella prima registrazione. La possibilità di cambiare il "piazzamento" di un Incaricato sponsorizzato direttamente o indirettamente è del resto possibile solo se sia APLGO che l'intera upline fino al terzo livello sono d'accordo per il cambiamento. In caso di cambio di sponsor, l’Incaricato perde tutta la sua struttura di downline e tutti i diritti di provvigioni derivanti dalle sue precedenti vendite di downline; e viene posizionato come nuovo Incaricato presso APLGO. 

10.2 APLGO ha il diritto di cancellare dal suo sistema tutti i dati personali, compreso l'indirizzo e-mail di un Incaricato sponsorizzato, nel caso in cui la corrispondenza pubblicitaria, le lettere o le e-mail vengano rispedite con le annotazioni "trasferito", "defunto", "non accettato", "sconosciuto" o simili e l‘Incaricato o lo Sponsor non corregga i dati errati dell’Incaricato neo-assunto entro un termine ragionevole di 14 giorni. Se APLGO sostiene dei costi a causa della posta pubblicitaria e dei pacchi non recapitabili, ha il diritto di reclamare i costi, tranne nel caso in cui la consegna errata non sia imputabile al destinatario. 

10.3 Inoltre, è proibita la sponsorizzazione trasversale e qualsiasi tentativo in tal senso all'interno dell'azienda. Per sponsorizzazione trasversale si intende l'acquisizione di una persona fisica o di una società di capitali o di una società di persone che è già Incaricato presso APLGO in un altro canale di distribuzione o che ha avuto un contratto come Incaricato negli ultimi 12 mesi. A questo proposito, è anche vietato utilizzare il nome del coniuge, dei parenti, dei nomi commerciali, delle società di capitali, delle società di persone, delle società fiduciarie o di altri terzi per eludere questa disposizione. 

10.4 Le manipolazioni dei bonus sono proibite. Ciò comprende in particolare la sponsorizzazione di Incaricati che in realtà non svolgono affatto l'attività di APLGO (i cosiddetti uomini di paglia), nonché le registrazioni multiple aperte o velate, nella misura in cui ciò è vietato. A questo proposito, è anche vietato utilizzare il nome del coniuge, dei parenti, dei nomi commerciali, delle società di capitali, delle società di persone, delle società fiduciarie o di altri terzi per eludere questa disposizione. È inoltre vietato indurre terzi a vendere o acquistare beni per ottenere una posizione migliore nel piano di retribuzione, manipolare il bonus di gruppo o manipolare in altro modo il bonus. 

10.5 L’incaricato non ha diritto alla protezione di zona. 

11. LETTERA DI AMMONIZIONE, PENALE CONTRATTUALE, RISARCIMENTO DANNI, ESONERO DA RESPONSABILITÀ

11.1 In caso di prima violazione degli obblighi dell’Incaricato secondo quanto disciplinato all’§ 7, APLGO emetterà un’ammonizione scritta, fissando un termine di 10 giorni per la rettifica della violazione degli obblighi. L’Incaricato si impegna a rimborsare i costi dell'ammonizione, in particolare gli onorari dell'avvocato sostenuti per l'ammonizione. 

11.2 Si fa espresso riferimento all’§ 16 comma (2), secondo il quale APLGO ha diritto alla risoluzione straordinaria del contratto senza preavviso in caso di violazione degli obblighi disciplinati dagli §§ 8, 9 e 10 (3) e (4), 18 (3) e 19, nonché in caso di violazione particolarmente grave degli obblighi disciplinati dall’§ 7, da altre leggi contrattuali o statutarie applicabili, ma è anche autorizzata ad adottare le misure di cui all’§ 11 (1) a propria discrezione in caso di prima violazione. Indipendentemente dal diritto di risoluzione straordinaria immediata disciplinato dall’§ 16 comma (2), APLGO ha, in casi specifici come per le violazioni di cui sopra, il diritto di emettere, a propria discrezione, un’ammonizione ai sensi del comma (1), anche con un termine di rettifica abbreviato, prima di dare il preavviso di risoluzione straordinaria. 

11.3 Se la stessa o una simile violazione si verifica nuovamente dopo la scadenza del termine stabilito dall'ammonizione, o se la violazione, originariamente oggetto di ammonizione, non viene risolta, diventa immediatamente esigibile una penale contrattuale stabilita a discrezione di APLGO e, in caso di controversia, da esaminare presso il tribunale competente. Per l'applicazione della sanzione contrattuale sono previste anche ulteriori spese legali che l’Incaricato è tenuto a rimborsare. 

11.4 L‘Incaricato è anche responsabile, indipendentemente dalla penale contrattuale comminata, di tutti i danni che APLGO ha subito a causa di una violazione degli obblighi dell’Incaricato, a meno che la violazione degli obblighi non sia in alcun modo imputabile all’Incaricato. 

11.5 In caso di rivendicazione da parte di terzi a causa di una violazione di uno degli obblighi previsti dal contratto o di qualsiasi altra violazione della legge applicabile da parte dell’Incaricato, l’Incaricato solleva APLGO dalla responsabilità, alla prima richiesta di APLGO. In particolare, l’Incaricato si impegna a questo proposito ad assumersi tutti i costi, in particolare gli onorari degli avvocati, le spese processuali e i costi del risarcimento danni, sostenuti da APLGO in relazione a ciò. 

12. ADATTAMENTO DI PREZZI E PROVVIGIONI

APLGO si riserva il diritto, in particolare per quanto riguarda i cambiamenti della situazione di mercato e/o della struttura della licenza, di modificare i prezzi che l’Incaricato deve pagare o le quote di provvigione assegnate ai servizi, il piano di remunerazione o i canoni di utilizzo all'inizio di un nuovo periodo di fatturazione. APLGO notifica la modifica all’Incaricato entro un termine ragionevole prima di effettuare la modifica. Aumenti di prezzo superiori al 5% o modifiche al piano di remunerazione a spese dell’Incaricato danno all’Incaricato il diritto di opporsi alla modifica.  Se non si oppone alle condizioni modificate entro un mese dalla notifica, esse diventano parte integrante del contratto. Le modifiche note al momento della stipula del contratto con l’Incaricato non sono soggette a notifica e non giustificano il diritto di opposizione dell’Incaricato. In caso di contestazione, APLGO ha il diritto di rescindere il contratto in via straordinaria al momento dell’entrata in vigore delle condizioni modificate o supplementari. 

13. MATERIALE PUBBLICITARIO, SOVVENZIONI

Tutto il materiale pubblicitario gratuito e le altre sovvenzioni di APLGO possono essere revocati in qualsiasi momento con effetto per il futuro.

14. REMUNERAZIONE, PROVVIGIONI E LIQUIDAZIONE

14.1 Come compenso per un collocamento di successo e per la sua attività, l’Incaricato riceverà le provvigioni e gli altri compensi derivanti dal piano di remunerazione di APLGO, compresi i rispettivi requisiti di qualificazione, se le qualifiche richieste sono state raggiunte. Tutte le richieste di provvigione derivano dal piano di remunerazione valido al momento, che l’Incaricato può consultare nel suo back office e che può essere visualizzato nel back office. Con il pagamento del compenso sono coperti tutti i costi dell’Incaricato per il proseguimento e l'esecuzione della sua attività, nella misura in cui non siano stati concordati separatamente per contratto. 
(a) Accordo speciale per l’ITALIA ai fini della trasparenza
La commissione da corrispondere agli Incaricati viene calcolata sulla base dello specifico contratto di vendita (e qui viene utilizzato il prezzo netto di vendita come base per il calcolo della provvigione), che è stato stipulato, accettato ed eseguito da APLGO e il cliente finale promosso dall’Incaricato. 

14.2 Una mediazione di successo nel senso di (1) del presente contratto sussiste solo se il rapporto contrattuale tra il cliente e APLGO è stato effettivamente instaurato. Inoltre, il diritto di remunerazione sussiste solo se il pagamento da parte del cliente viene accreditato sul conto di APLGO e tutte le altre condizioni di pagamento siano soddisfatte. 

14.3 In particolare, un diritto alla provvigione non sussiste se

a.) il cliente si avvale del suo diritto di recesso,
b.) il contratto è impugnato dal cliente in modo giuridicamente efficace,
c.) l'ordine del cliente è avvenuto illegalmente,
d.) APLGO rifiuta di accettare il contratto,
e.) vengono inoltrati ordini del cliente errati e incompleti. 


Inoltre, in caso di mediazione fraudolenta, sia per mezzo di misure fraudolente che abusive del cliente, dell’Incaricato o dei suoi ausiliari, non sussiste alcun diritto di provvigione. 

14.4 APLGO si riserva il diritto di controllare l’identità dell’Incaricato prima del primo pagamento delle provvigioni o, nel caso di società di capitali o di società di persone, quella della persona o delle persone che agiscono, caricando una copia della carta d'identità, del passaporto o della patente di guida e una bolletta dell'elettricità o dell'acqua corrente attuale (non più vecchia di 2 mesi) nel back office di APLGO. Nel caso di società di capitali o di società di persone o di commercianti registrati, APLGO si riserva inoltre la presentazione di una copia dell'estratto attuale del registro delle imprese (non più vecchio di un mese). 

14.5 L’Incaricato è inizialmente amministrato come un piccolo commerciante presso APLGO. Egli informerà immediatamente APLGO, comunicando il suo codice fiscale e il suo numero di partita IVA comunitaria (se disponibile) nonché, se del caso, presentando una conferma dell'ufficio delle imposte competente, non appena opta per il pagamento dell'imposta sul fatturato (imposta sul valore aggiunto) nell'ambito della sua attività commerciale o supera i limiti della piccola impresa. 

(a) Accordo speciale per l’ITALIA
L'articolo 3 della Legge n. 173/2005 stabilisce che l'attività di un Incaricato si considera svolta su base "occasionale", purché il reddito annuo derivante da tale attività non superi i 5.000,00 EUR netti. La base "occasionale" dell'attività come Incaricato implica che tutti i compensi pagati da APLGO all’Incaricato non siano soggetti all'imposta sul fatturato. Se il reddito annuo dell’Incaricato supera EUR 5.000,00 netti, l’Incaricato deve immediatamente ottenere un numero di partita IVA dall'autorità fiscale competente. Non appena all’Incaricato viene assegnato un numero di partita IVA, la sua attività è considerata "abituale". L’Incaricato si impegna quindi a comunicare immediatamente a APLGO la chiusura della posizione/blocco della sua partita IVA. Lo stesso vale per le modifiche relative alla sua posizione/numero di partita IVA. In caso di chiusura della succitata posizione/blocco del numero di partita IVA, ciò comporterà automaticamente la cessazione dell'attività di Incaricato per APLGO, qualora il reddito annuo superi l'importo di EUR 5.000,00 netti; e APLGO annullerà il contratto con l’Incaricato con recesso straordinario. Inoltre, qualora il reddito annuo superi i 5.000,00 EUR netti, l'Incaricato è tenuto ad iscriversi presso la Gestione Separata INPS entro il termine di 30 (trenta) giorni e a comunicare a APLGO l'iscrizione, compresi tutti i dati rilevanti e l'importo dei contributi previdenziali da versare. Se l’Incaricato svolge un'attività di „Door-to-Door-Homesales“ (vendita porta a porta) per un'altra azienda, è tenuto a notificare l'attività, compreso il reddito lordo annuo, non appena dispone delle relative informazioni. 

14.6 Le provvigioni dell’Incaricato saranno accreditate settimanalmente e pagate alla fine del mese successivo e, a meno che un conto diverso non sia stato espressamente accettato separatamente per iscritto da APLGO, possono essere pagate solo su conti a suo nome o a nome di una società di persone o di una società di capitali che ha un rapporto contrattuale con APLGO. Non è possibile effettuare pagamenti su conti di terzi o su un conto bancario. 

14.7 Le parti contraenti convengono che non sussiste o non può essere fatto valere alcun diritto a una provvigione superiore a quella su cui si basa il presente contratto. La provvigione copre tutte le pretese dell’Incaricato, in particolare tutte le spese di viaggio, i costi, le spese d'ufficio, le spese telefoniche o altre spese per il materiale pubblicitario, nonché tutti gli altri costi legati all'esecuzione del contratto. Con il pagamento del compenso di cui al punto (1), vengono saldati anche tutti i contributi dell’Incaricato, in particolare anche per la produzione e l’amministrazione dello stock della clientela dell’Incaricato, nonché il potenziale di mercato futuro che ne deriva ed esistono nel senso di un pagamento anticipato per questo, in modo che in caso di risoluzione del contratto, per iniziativa di una delle parti e per qualsiasi motivo, APLGO non è tenuta a corrispondere alcuna indennità di licenziamento e/o alcun diritto di compensazione per qualsiasi motivo legale. Si fa espresso riferimento all’§ 16 (5). 

14.8 APLGO ha il diritto di far valere un diritto di ritenzione nell'ambito delle disposizioni di legge. Inoltre, APLGO ha il diritto di far valere un diritto di ritenzione dovuto al pagamento delle provvigioni se non tutti i documenti richiesti per contratto o per legge sono disponibili prima del primo pagamento. Nel caso in cui APLGO eserciti il diritto di ritenzione del pagamento delle provvigioni, vale come concordato che l’Incaricato non ha alcun diritto agli interessi per il periodo di ritenzione delle provvigioni. 

14.9 APLGO ha il diritto di compensare i crediti, che spettano a APLGO nei confronti dell’Incaricato, in tutto o in parte con i diritti di provvigione di quest'ultimo. All’Incaricato spetta il diritto di compensazione se le contropretese sono incontestate o giuridicamente vincolanti. 

14.10 Sono escluse le cessioni e i pignoramenti dei crediti dell’Incaricato, derivanti dai contratti dell’Incaricato, nella misura in cui ciò non sia in contrasto con il diritto imperativo. Il carico del contratto con i diritti di terzi non è consentito, nella misura in cui ciò non sia in contrasto con il diritto imperativo. 

14.11 L’Incaricato controllerà al più presto le fatture emesse e comunicherà immediatamente a APLGO eventuali riserve. Tutti i diritti alle provvigioni derivano dal piano di remunerazione valido, che l’Incaricato può consultare nel suo back office e che può essere visualizzato nel back office. Provvigioni, premi o altri pagamenti errati devono essere comunicati per iscritto a APLGO nel termine di 60 giorni dal pagamento erroneo. Dopo questo periodo le provvigioni, i premi o altri pagamenti sono considerati approvati. 

14.12 Le provvigioni saranno pagate mensilmente, tenendo conto delle modalità e dei metodi di pagamento di APLGO, su espressa richiesta dell’Incaricato. APLGO si riserva il diritto di versare le provvigioni solo a partire da un importo totale di 25,00 €. Nel caso in cui non venga raggiunto l'importo minimo di pagamento, i diritti di provvigione saranno amministrati sul conto commerciale tenuto presso APLGO per l’Incaricato e saranno versati all’Incaricato nel mese successivo dopo il raggiungimento dell'importo minimo di pagamento. 

15. BLOCCO DELL‘INCARICATO

15.1 Nel caso in cui l’Incaricato non fornisca la documentazione richiesta entro 30 giorni dal momento in cui viene a conoscenza dei requisiti per il pagamento del compenso o degli anticipi delle provvigioni o di altri pagamenti, APLGO ha il diritto di bloccare temporaneamente l’Incaricato nel sistema APLGO fino al momento della consegna della documentazione/dei certificati richiesti.  Il periodo di blocco non dà diritto all’Incaricato alla rescissione straordinaria del contratto e non comporta una richiesta di rimborso del set di avviamento già pagato, o qualsiasi altra richiesta di risarcimento danni, tranne nel caso in cui l’Incaricato non sia responsabile in alcun modo del blocco. 

15.2 Per ogni caso di sollecito per i documenti non presentati ai sensi del (1) dopo la dichiarazione di blocco, APLGO ha diritto al rimborso delle spese necessarie per tale sollecito. 

15.3 I compensi o gli anticipi di provvigioni o altri pagamenti che non possono essere corrisposti per le suddette ragioni sono contabilizzati da APLGO come riserva infruttifera e cadono in prescrizione al più tardi entro i termini di prescrizione legale. 

15.4 Indipendentemente dai motivi di blocco di cui al comma (1), APLGO si riserva il diritto di bloccare l'accesso per motivi importanti. APLGO si riserva in particolare il diritto di bloccare l'accesso al back office e ad altri sistemi APLGO senza preavviso, qualora l’Incaricato violi gli obblighi di cui agli §§ 7 - 9 e § 10 paragrafi 3 e 4 o qualsiasi altra legge applicabile. Il blocco rimarrà in vigore fino a quando non sarà stato posto rimedio alla mancata ottemperanza agli obblighi a seguito di una corrispondente ammonizione da parte di APLGO. In caso di grave violazione degli obblighi che comporti la risoluzione straordinaria del rapporto contrattuale, il blocco rimarrà in vigore in via permanente.  

16. DURATA DEL CONTRATTO, RISOLUZIONE DEL CONTRATTO

16.1 Il contratto di collaborazione con l’Incaricato viene concordato rispettivamente per 12 mesi. Il contratto viene prorogato di volta in volta per altri 12 mesi, a condizione che non venga effettuata alcuna disdetta e che l’Incaricato paghi il suo onorario annuale di servizio ai sensi dell’§ 6, comma 2, prima della fine del contratto; l’Incaricato dichiara espressamente il proprio accordo sul fatto che l’onorario annuale venga detratto dal suo conto di credito 30 giorni prima della fine del contratto, premesso che ci sia un’adeguata copertura. Se l’Incaricato non paga il suddetto onorario entro 30 giorni dalla scadenza del rispettivo contratto e/o se non è possibile alcun addebito dal suo conto di credito, il contratto verrà automaticamente risolto. Il contratto può essere disdetto in qualsiasi momento per iscritto dall’Incaricato entro il termine di un mese dalla fine di ogni mese. 

16.2 Indipendentemente dal motivo della risoluzione di cui al punto (1), entrambe le parti hanno il diritto di rescindere il contratto di collaborazione per giusta causa. Un motivo importante per la risoluzione del contratto da parte di APLGO è anche una violazione di uno degli obblighi regolati all’§ 7 con cui un Incaricato non adempie al suo obbligo di eliminazione della violazione stessa ai sensi dell’§ 11 comma (1) in tempo utile o se la stessa o una violazione analoga si verifica di nuovo in un momento successivo all’eliminazione della violazione. In caso di violazione degli obblighi regolamentati di cui agli §§ 8, 9 e 10 (3) e (4), 18 (2) o 19, nonché di una violazione particolarmente grave del diritto contrattuale o legale applicabile all’§ 7 o di qualsiasi altro diritto contrattuale o legale applicabile, APLGO ha diritto alla risoluzione straordinaria senza preavviso. Inoltre, è motivo di risoluzione straordinaria per ciascuna parte se una procedura di insolvenza è stata aperta nei confronti dell'altra parte, o l'apertura è stata rifiutata per mancanza di massa, o l'altra parte è in genere insolvente, o ha rilasciato una dichiarazione giurata di insolvenza nell’ambito dell'esecuzione coatta. Il diritto alla risoluzione straordinaria sussiste senza pregiudizio per ulteriori rivendicazioni. 

(a) Accordo speciale per l’ITALIA
APLGO ha inoltre diritto al recesso straordinario nei confronti dell’Incaricato qualora l’Incaricato non sia più in possesso dei requisiti di "onorabilità" di cui all'articolo 71 del Decreto Legislativo n. 59/2010 o in caso di chiusura della posizione IVA/blocco della partita IVA di cui all'§ 14, comma 5 (a).  

16.3 APLGO ha inoltre il diritto di rescindere il contratto dell’Incaricato in via straordinaria, qualora l’Incaricato, al più tardi 6 mesi dopo la registrazione, non abbia effettuato le azioni necessarie ai sensi dell’§ 14 (4). Tuttavia 15 giorni prima della cancellazione dell'account, APLGO comunica all’Incaricato l'imminente cancellazione via e-mail (all'indirizzo e-mail memorizzato nel sistema) o nel suo back office, in modo che l’Incaricato abbia la possibilità di rimediare alle azioni necessarie entro il termine di 15 giorni. 

16.4 Dopo la risoluzione di un contratto con preavviso ordinario, può essere concluso un nuovo contratto dopo un periodo di almeno 12 mesi. In caso di risoluzione del contratto mediante trasferimento della struttura ai sensi dell’§ 18 (3), non è più possibile l'iscrizione alla precedente struttura/organizzazione.  

16.5 Con la risoluzione del contratto, l’Incaricato non ha più diritto alla provvigione. Ciò non si applica ai contratti già intermediati con successo per tale data. Il diritto a queste provvigioni rimane inalterato. Inoltre, l’Incaricato non ha diritto ad alcun diritto di compensazione per agente commerciale al momento della risoluzione del contratto, in quanto l’Incaricato, conformemente all’§ 4 (1), non è un agente commerciale ai sensi del codice di commercio. 

16.6 I recessi dal contratto saranno accettati solo in forma scritta, anche se il recesso ordinario può essere comunicato anche via e-mail.

16.7 Se un Incaricato rivendica contemporaneamente altri servizi di APLGO che sono indipendenti dal Contratto con l’Incaricato, tali servizi rimarranno in vigore alla risoluzione del Contratto con l’Incaricato, a meno che l’Incaricato non richieda espressamente la loro risoluzione. Se l’Incaricato continua ad acquistare servizi da APLGO dopo la risoluzione del contratto, sarà trattato come un normale cliente. 

16.8 Se il Contratto dell’Incaricato viene rescisso dall’Incaricato entro i primi tre mesi dalla sua registrazione, l’Incaricato può, entro un mese dal ricevimento della notifica di risoluzione direttamente presso APLGO, rivendere e restituire a APLGO i beni acquistati nell'ambito della collaborazione, che siano inutilizzati, privi di vizi e rivendibili, fatta salva la seguente disposizione, per la quale all’Incaricato verrà rimborsato il 90% dei costi netti, per quanto la restituzione sarà a spese e a rischio dell’Incaricato. In caso di una collaborazione di una durata superiore a tre mesi, non sarà più possibile restituire la merce.  Per i beni, il diritto di riacquisto si applica solo se, oltre alle precedenti condizioni di recesso - se applicabili - la data di scadenza al momento della restituzione sia di almeno 12 mesi e i beni non siano stati aperti. Dal prezzo di acquisto da rimborsare saranno detratte - se presenti - le spese di spedizione di ritorno e le ulteriori spese correlate alla spedizione di ritorno. Inoltre, se l’Incaricato ha ricevuto una provvigione sull'acquisto restituito e questa provvigione deve essere rimborsata, la stessa sarà detratta dal prezzo di acquisto rimborsato. Il rimborso sarà effettuato - per quanto possibile - con la stessa modalità di pagamento utilizzata dall’Incaricato per il pagamento precedente. 

16.9 In caso di risoluzione anticipata di un contratto con una durata minima, non sussiste alcun diritto al rimborso della tassa di servizio, a meno che l’Incaricato non abbia effettivamente disdetto il contratto in modo straordinario per un motivo importante. 

17. OBBLIGHI DI PROTEZIONE DEI DATI DELL‘INCARICATO

All’Incaricato è vietato trasmettere a terzi, memorizzare o utilizzare i dati personali o specifici dei clienti finali di cui viene a conoscenza in aggiunta ai diritti e/o alle condizioni contrattuali.

18. TRASFERIMENTO DELLE OPERAZIONI COMMERCIALI / DELLA STRUTTURA SPONSORIZZATA A TERZI / MORTE DELL’INCARICATO

18.1 APLGO può in qualsiasi momento trasferire a terzi, in tutto o in parte, le sue operazioni commerciali o i singoli beni, a condizione che l'acquirente rispetti la legge in vigore.  

18.2 Se una nuova società di capitali o una società di persone registrata come Incaricato desidera accogliere un nuovo socio, ciò è possibile fino ad una cessione del 20% delle quote della società, a condizione che anche il socio o i soci precedenti che hanno richiesto la collaborazione contrattuale rimangano soci. Se un socio desidera recedere dalla società di capitali o dalla società di persone registrata come Incaricato o se le quote di uno o più soci devono essere cedute a terzi per un importo superiore al 20%, tale azione è consentita su richiesta scritta, eventualmente su presentazione del relativo atto notarile e in conformità alle disposizioni del presente accordo, e solo con il previo consenso scritto di APLGO e a sua discrezione. APLGO addebita una tassa amministrativa di € 25,00 per l'espletamento della suddetta domanda. In caso di mancato rispetto di questo requisito, APLGO si riserva il diritto di rescindere il contratto della società di capitali o della società di persone registrata come Incaricato senza preavviso. 

18.3 L’Incaricato, se attivo nel senso del piano di remunerazione, avrà diritto a trasferire la propria struttura distributiva per almeno 12 mesi consecutivi dopo il raggiungimento della posizione di Direttore Nazionale e dopo la conclusione del Contratto Integrativo per i Dirigenti nonché dopo il preventivo consenso scritto di APLGO e l'accordo di acquisto e/o cessione con il terzo e la presentazione della richiesta dell’Incaricato del terzo a APLGO, a meno che APLGO non abbia esercitato il proprio diritto di prelazione. La cessione della struttura di distribuzione è possibile solo a persone che non siano Incaricati di APLGO al momento della cessione, che non abbiano ricoperto la funzione di Incaricati di APLGO negli ultimi 12 mesi e il cui contratto da Incaricati non sia stato rescisso in modo straordinario da APLGO negli ultimi 18 mesi. La cessione o l'acquisto di una struttura di vendita non sono invece consentiti agli Incaricati di APLGO. Anche se APLGO non si avvale del diritto di prelazione, il consenso di APLGO è comunque a sua libera discrezione imprenditoriale. L’Incaricato è tenuto a notificare per iscritto a APLGO la prevista cessione della sua struttura di vendita. APLGO ha un mese di tempo dal ricevimento delle notifiche scritte per esercitare il suo diritto di prelazione. Se ciò non avviene, la cessione è consentita dopo che APLGO ne abbia dato il suo consenso. Una vendita è possibile solo in un rapporto non revocato. In caso di risoluzione senza preavviso o di violazione delle presenti Condizioni Generali di Contratto, il diritto dell’Incaricato di cedere la propria organizzazione di vendita decade, così come il diritto dell’Incaricato venditore di cedere la propria organizzazione di vendita, se l’Incaricato venditore è ancora in debito con APLGO, se è insolvente o comunque insolvibile, o se è in corso un pignoramento dei suoi beni. Se una società di capitali o una società di persone è registrata come Incaricato, la cessione della struttura di vendita è consentita solo se sono soddisfatti gli altri requisiti del presente contratto. 

18.4 Il contratto con l’Incaricato termina al più tardi con la morte dell’Incaricato. Il contratto di collaborazione con l’Incaricato può essere ereditato secondo i requisiti di legge. Entro 6 mesi dal decesso deve essere stipulato con l'erede o gli eredi un nuovo contratto di collaborazione per l’Incaricato, con il quale egli/lei subentra ai diritti e agli obblighi del testatore. Se l'erede o uno degli eredi è già registrato presso APLGO come Incaricato come persona fisica, visto che per ogni persona fisica può essere assegnata una sola posizione nel piano di marketing, l'erede deve rinunciare alla sua precedente posizione nella struttura di distribuzione di APLGO o, se le condizioni dell’§ 18 (3) sono soddisfatte, deve cedere una delle due future strutture di distribuzione a un terzo ai sensi dell’§ 18 (3). La morte deve essere certificata da un attestato di morte. Se c'è un testamento sull'eredità del contratto con l’Incaricato, deve essere presentata una copia del testamento autenticata dal notaio. Trascorso il periodo di sei mesi non utilizzato, tutti i diritti e gli obblighi derivanti dal contratto vengono ceduti a APLGO. In via eccezionale, il termine di sei mesi è prorogato di una durata ragionevole se, in singoli casi, è sproporzionatamente breve per l'erede o gli eredi. 

18.5 Nel caso in cui un Incaricato desideri in futuro svolgere la propria attività sotto un altro nome, attraverso una società di capitali, una società di persone, come coppia sposata, come unione civile registrata o come qualsiasi altra fondazione, ciò sarà possibile solo su richiesta, per quanto APLGO ha il diritto, a sua libera discrezione, di respingere la richiesta. 

19. SEPARAZIONE / RISOLUZIONE

Nel caso in cui un Incaricato registrato come coppia sposata/unione civile, società di capitali o società di persone ponga fine alla propria società internamente, dopo la separazione, lo scioglimento o la cessazione di una delle suddette società rimane una sola posizione di Incaricato. I coniugi/membri/soci che si separano devono concordare internamente con il coniuge/membro/socio la prosecuzione del rapporto contrattuale e comunicarlo a APLGO mediante una comunicazione scritta firmata da entrambe le parti e certificata da un notaio o mediante la presentazione di una corrispondente ordinanza del tribunale. In caso di controversie interne relative alle conseguenze della separazione, del divorzio, dello scioglimento o di un'altra risoluzione in relazione alla collaborazione contrattuale con APLGO, APLGO si riserva il diritto di rescindere il contratto per giusta causa se tale controversia comporta la negligenza degli obblighi dell’Incaricato, una violazione delle presenti Condizioni Generali di Contratto, una violazione della legge in vigore o un onere irragionevole per la downline o la upline. 

20. CONSENSO ALL'UTILIZZO DI MATERIALE FOTOGRAFICO E AUDIOVISIVO, ALL'UTILIZZO DI REGISTRAZIONI DI MATERIALI E PRESENTAZIONI

20.1 L’Incaricato concede gratuitamente alla Società il diritto di registrare o di eseguire materiale fotografico e/o audiovisivo con il suo ritratto, le sue registrazioni vocali o le sue dichiarazioni e citazioni nell'ambito della sua funzione di Incaricato. A questo proposito, con la trasmissione della richiesta dell’Incaricato e prendendo atto delle presenti Condizioni Generali di Contratto con le parti, l’Incaricato acconsente espressamente alla pubblicazione, all'utilizzo, alla riproduzione e alla modifica delle sue affermazioni, delle sue riprese o registrazioni. 

20.2 L’Incaricato non è autorizzato a effettuare registrazioni audio, video o altre registrazioni di eventi sponsorizzati da APLGO, né di teleconferenze, discorsi o riunioni a scopo di vendita o per uso personale o aziendale. Un Incaricato non può inoltre registrare, creare o comporre presentazioni audio o video o registrazioni di eventi, discorsi, conferenze telefoniche o riunioni di APLGO senza il previo consenso scritto di APLGO. 

 

Carrello
X
Il tuo carrello APLGO è vuoto
Per la registrazione dello status di partner aggiungi al tuo carrello prodotti dalle serie Acumullit SA per un importo EUR
Cancella
È stato selezionato prodotto a sufficienza per la registrazione dello status
${getItemCategory(item.category)}
Prezzo al dettaglio: EUR
Prezzo: EUR
Prezzo: EUR
Prezzo: EUR
EUR
EUR
EUR